MASSAGGIO ALLA SCHIENA

MASSAGGIO ALLA SCHIENA

Oggi parleremo del massaggio alla schiena.

La Schiena (per macro aree) é divisa in: MUSCOLI PARAVERTEBRALI, che sono i muscoli prossimi alla colonna vertebrale e vanno dalla zona lombare alla zona cervicale: mano a mano che si sale verso la testa, si fanno sempre più sottili; il GRAN DORSALE, che occupa la parte esterna della schiena: dalla sua metà fino all’altezza delle scapole; le fibre del gran dorsale seguono le costole verso l’esterno; il TRAPEZIO, che é situato sotto la cervicale e segna la zona scapolare.

Nel massaggio rilassante-curativo si inizia SEMPRE con lo SFIORAMENTO, che prepara la schiena alle altre due tecniche, che sono: FRIZIONE ed IMPASTAMENTO.

Quando si massaggia la schiena é bene ricordare che:

  • La direzione del massaggio deve essere SEMPRE verso il cuore, partendo dalla zona lombare verso la zona cervicale: questo permetterà un ritorno migliore della circolazione sanguigna.

  • Durante il massaggio é preferibile avere SEMPRE il contatto con il paziente.

  • Il movimento delle mani deve essere molto lento: nel massaggio non esiste il troppo lento, semmai il troppo veloce…che non é una buona condizione per rilassare: l’obiettivo da raggiungere é la vaso-dilatazione della parte da trattare.

  • Nelle zone dolorose ci soffermiamo qualche secondo in più.

  • Il massaggio termina SEMPRE con lo sfioramento; dapprima con maggiore pressione, infine con lo sfioramento della pelle. Far attendere il paziente 2/3 minuti prima di scendere dal lettino (possibilità di capogiro da sopimento/rilassamento).

  • Per il massaggio é bene utilizzare dell’olio. La funzione dell’olio é esclusivamente quella di far scivolare meglio la mano sulla parte da massaggiare.

  • In caso di lordosi si applica un cuscino sotto la pancia o sotto le caviglie (se i piedi non sporgono dal lettino).

IL TUO BENESSERE…É NELLE MIE MANI!!

Info sull'autore

Marco Bernardi subscriber

Lascia una risposta